Menu
0 Comments

Cagliari una città dal fascino unico

Cagliari non è solo il capoluogo della Sardegna, è una città ricca di fascino, di storia e di tradizioni che merita di essere vista e scoperta. I Sardi la chiamano “Casteddu”, ossia “castello”, in riferimento ad uno dei quartieri e delle zone più antiche della città.

Per gli antichi Romani Cagliari, da loro detta “Caralis”, era il capoluogo della provincia di “Sardinia et Corsica” e, in epoca più recente, la città è stata la capitale del Regno di Sardegna ed ha ospitato la dinastia Sabauda in fuga da Torino. L’etimologia del nome “Karali” significherebbe “luogo roccioso”, un chiaro riferimento alla natura collinare di questa zona.

Una curiosità che forse pochi sanno è, infatti, che Cagliari sorge su sette colli, proprio come Roma e come altre città importanti quali Praga, Istanbul e Lisbona.

I sette colli identificano i sette quartieri principali della città, ossia: Castello, Tuvumannu/Tuvixeddu, Monte Claro, Monte Urpinu, Colle di Bonaria, Colle di San Michele, Calamosca/Sella del Diavolo.

Cagliari tra storia e leggenda

Secondo la leggenda, Cagliari sarebbe stata edificata da Aristeo, un personaggio della mitologia greco-romana, figlio del dio Apollo e della ninfa Cirene, giunto in Sardegna al termine di una lunga navigazione. Aristeo sarebbe stato accompagnato nel suo viaggio da Dedalo che, secondo la leggenda, sarebbe il vero costruttore dei Nuraghi, le imponenti opere presenti sull’isola.

Cagliari è una città davvero magica che affascina per l’azzurro del cielo e il bianco accecante della pietra. È stata una città abitata e colonizzata da Fenici, Cartaginesi, Romani e Arabi ed è stata al centro di battaglie tra Pisani e Spagnoli, per essere poi scelta come rifugio dai Sabaudi.

La città riporta nella sua architettura e nei suoi monumenti tutto questo passato e conserva nella sua architettura e nei suoi palazzi il segno di questa sua storia così complessa.

Cosa vedere a Cagliari

Forse un solo viaggio non basta per assaporare appieno la cultura, la storia e le tradizioni di Cagliari ma può servire per cogliere l’atmosfera e lo spirito di questa città. Come prima tappa vi suggeriamo una visita al Bastione di Saint Remy, una struttura imponente, costruita per collegare la parte bassa della città al castello.

Se andate al tramonto potrete apprezzare una vista suggestiva e potrete scattare qualche foto dal belvedere. Fate una passeggiata anche sulla Terrazza Umberto I e dirigetevi poi verso il Santuario di Bonaria, uno dei luoghi di culto più importanti di tutta la Sardegna.

Da non perdere anche una visita alla cattedrale di Santa Maria che si staglia nel cielo azzurro con la sua inconfondibile struttura gotica.

Bellissimo anche il Palazzo Civico, realizzato con pietra calcare bianchissima e con una commistione di stili: gotico, catalano e Art Nouveau. Meritano una foto anche le Torri di San Pancrazio e dell’Elefante che dominano l’antico quartiere del Castello.

Da visitare anche il Parco Naturale Molentargius–Saline e la spiaggia del “Poetto”, considerata la vera “spiaggia dei Cagliaritani”.

Per finire, concludete la vostra visita a Cagliari con un tuffo nelle acque cristalline della costa Rei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *